Spiritualità

Tutto quanto volevate sapere sulla reincarnazione

Perché gli Spiriti  si reincarnano sulla Terra?
Perché viene data loro l’opportunità di accelerare il processo di apprendimento; la vita terrena è una vita scolastica, e agli Spiriti  viene data l’opportunità di accelerare la loro esperienza per raggiungere livelli di coscienza più elevati.

L’apprendimento nel mondo fisico è migliore che nel mondo spirituale?
Non c’è nulla di meglio di bene o di male nel mondo spirituale. C’è un processo di risveglio, di presa di coscienza, per chiunque, sia che il suo Spirito sia libero o chiuso in un corpo umano. Abbiamo già detto che la vita sulla Terra (o in un mondo tridimensionale) è accelerata rispetto alla vita da Spirito libero, perché si è coinvolti da molte più esperienze educative che non in Cielo.

Quando avviene la reincarnazione?
Quali fattori determinano quando uno Spirito si  deve reincarnare sulla Terra?
In questo momento vi parleremo principalmente dei terrestri, e non di altre vite in altri pianeti o universi, quindi, sappiate che si tratta di informazioni di base per voi terrestri e che non sempre sono attinenti ad esseri viventi altrove. Quando un essere umano effettua la sua trasformazione da forma umana in forma spirituale, come è noto, sottopone la sua vita a revisione. Vede quindi le lezioni che ha appreso -o non ha imparato- o come ha perso la strada durante la sua più recente incarnazione.
Come lo Spirito evolve verso una coscienza spirituale superiore, la sua vita diventa una vita spirituale e le lezioni verranno apprese più rapidamente rispetto a coloro che non si sono evoluti.
I primi si trovano a vivere in un luogo di pace e d’armonia, comprendono sia la loro vita umana che quella attuale, capiscono perché hanno dovuto affrontare certe sfide e le ragioni di tali sfide, in quanto necessarie per accrescere il proprio livello di evoluzione sulla Terra.
Quando invece non si sono raggiunti i livelli superiori di coscienza, si è molto più lenti nel comprendere certe lezioni e quindi anche nel progredire nel Mondo dello Spirito.
Così, quest’ultimi non si reincarnano altrettanto velocemente quanto coloro che hanno raggiunto dei livelli più alti di coscienza. Spesso, quando un individuo ritorna sulla Terra lo fa principalmente per lavorare sulle lezioni di vita apprese nell’Aldilà. Qualche volta, alcuni Spiriti  decidono che hanno fatto ciò che intendevano fare, indipendentemente dal livello di coscienza raggiunto, e non vogliono tornare ad affrontare le sfide e le difficoltà terrene, perché non sanno come crescere velocemente attraverso le avversità, dato che è per questi motivi che si va a vivere una vita da umani. Così, vogliono rimanere in quello stato di coscienza spirituale e non tornano più sulla Terra.
Coloro che scelgono di tornare sulla Terra per continuare ad affrontare la vita terrena lo fanno conoscendo le sfide che possono incontrare. Inoltre, come ci si evolve, si può cominciare a vedere la facilità con cui si può andare sulla Terra per imparare certe lezioni spirituali e si comprende che non tutte necessitano di grande fatica. Quando si sceglie di tornare, è perché si possiede una conoscenza molto buona delle lezioni che si dovevano imparare nelle vite passate e di quelle imparate e si sa perfettamente ciò che si deve fare in una nuova vita. Spesso, lo Spirito può essersi notevolmente evoluto nella coscienza spirituale superiore (anche se molto più lentamente che durante un’incarnazione),  perciò tornerà sulla Terra con una conoscenza molto più elevata, sì da continuare la sua crescita spirituale ad un ritmo molto più veloce.

Come fa uno Spirito ad imparare le sue lezioni di vita dopo la morte, se non vuole incarnarsi?
Che cosa comporta il processo di apprendimento?
Il processo di apprendimento è molto rallentato per un essere spirituale rispetto ad un incarnato, perché la vita sulla Terra -o in altri luoghi fisici- procede ad una velocità più accelerata rispetto a quanto avviene nell’Aldilà. Le lezioni che si imparano qui da noi non producono sempre un pieno impatto, perché non tutti gli esseri con cui si entra in contatto sulla Terra per accelerare questa consapevolezza sono disponibili nell’Aldilà. Se così fosse, nessuno avrebbe bisogno di venire sulla Terra.

Il libero arbitrio svolge un ruolo significativo nel concetto di reincarnazione?
Assolutamente si. Ognuno può scegliere di continuare a tornare alla scuola terrena per continuare la propria crescita o può rinunziare e continuare a farlo nel mondo dello Spirito,
anche se ad una velocità minore.

Tutti gli Spiriti  sono simili nella loro prima incarnazione?
Vorremmo rispondere sì e no a questa domanda. Molto di ciò che accade a uno Spirito che viene sulla Terra nella sua prima incarnazione è fortemente influenzato dal suo ambiente, perché è uno Spirito…diciamo, ancora in tenera età. Come per ogni neonato umano anche lo Spirito lavora molto similmente per la sua crescita. Non tutti vengono lì per imparare le stesse lezioni anche alla prima incarnazione.

Chi decide quando è il momento di reincarnarsi?
Tutti gli Spiriti  hanno delle Guide e lavorano insieme, non su basi costanti, ma come direste voi quasi a livello di consulenti. E quando uno Spirito vuol tornare, parlerà prima con il suo insegnante su ciò che aveva vissuto in una vita precedente e ciò che vorrebbero vivere in una vita futura e Loro lo aiuteranno a dirigersi verso l’ambiente migliore per continuare il suo viaggio.
Spesso, però, le Guide diranno che è probabilmente troppo presto per tornare e che si ha bisogno di più tempo da trascorrere con la propria Famiglia in Spirito per ottenere una migliore comprensione della propria crescita, sia nell’Aldilà che sulla Terra.

Dopo il mio passaggio da questa vita e se mi reincarno, la reincarnazione avverrà sempre in un momento successivo rispetto a quando sono morto?
Sì, ritornerete sulla Terra sempre in un momento successivo rispetto a quando l’ avete lasciata.
La vostra vita potrebbe sembrarvi molto familiare, perché tornate a completare le sfide lasciate in sospeso in altre vite passate. E ‘sempre un passo avanti e non un passo indietro.
Ma questo non significa che si entra in una vita totalmente nuova, perché
ci si porterà dietro "le vecchie valige" di quelle vite passate.

In termini di anni terrestri, esistono intervalli tipici, o tempi medi, tra la morte e la rinascita sulla Terra?
Beh, in passato si sarebbe detto che avrebbero potuto passare secoli. Ora stiamo vedendo che i bambini che vengono al mondo avrebbero potuto vivere già  nel vostro 1800 o all’inizio del 1900, perché si sono evoluti molto più rapidamente. Dato che la Terra si sta evolvendo in modo molto più veloce e gli eventi sono conosciuti quasi istantaneamente, quelli che avevano fatto grandi progressi nella loro vita più recente, hanno la possibilità di tornare molto prima di quanto avvenisse in passato, perché l’evoluzione spirituale e la coscienza della Terra stanno aumentando rapidamente, in modo molto più rapido che in qualunque altro momento della sua esistenza. Così, è importante che questi Spiriti  più evoluti possano tornare presto per aiutare coloro che sono alle prese con la loro evoluzione spirituale.
Si vedrà nelle prossime generazioni di bambini a venire: saranno più evoluti, amorevoli e compassionevole di quanto altri non lo siano.

La frequenza con cui si verificano i deja vu si riferisce al numero di volte che un’anima si è reincarnata e quindi tale fenomeno denota gli Spiriti  più "vecchi"?
No, non vi è alcun nesso con il numero di volte che si è tornati sulla Terra ed i "deja-vu".
Spesso un’anima rivede episodi di una vita passata, o di un’esperienza che è successa un tempo, ma non ha nulla a che fare con l’età dello Spirito o dell’anima. Si può ricordare qualcosa del passato ma non si sa quando è avvenuto, se sia un ricordo d’infanzia o il passato di una vita remota.
Il Deja vu non deve essere collegato con il numero di ritorni. Spesso dopo continui ritorni alla Terra si ha un livello di coscienza molto più elevato, per cui le esperienze di deja vu possono semmai diventare molto più chiare e comprensibili, rispetto a quelle di chi ha avuto meno esperienze.

Mio padre è morto nei primi anni ’60 e sta parlando di essere pronto a reincarnarsi fra un anno o due. Questo è un lasso relativamente breve di tempo. Perché così presto?
Ha avuto la possibilità, come molti Spiriti  hanno, di tornare sulla Terra ad un ritmo molto accelerato in modo che possa contribuire a portarvi la sua spiritualità e la sua elevata conoscenza per aiutare l’umanità a migliorare. Così ci saranno certi Spiriti  che ritornano in tempi molto accelerati perché è stato loro concesso di lavorare per aiutare gli altri a progredire.
Ciò non significa che questi siano Spiriti  avanzatissimi, ma sono abbastanza evoluti da diffondere il messaggio che la vita continua dopo la morte.

 

Selezionare una famiglia per reincarnarsi

Quali strumenti sono disponibili ad uno Spirito per aiutarlo a scegliere dove e da chi nascere?
In quasi ogni vita reincarnata, gli individui ritornano in un ambiente idoneo a ripetere quelle esperienze che hanno sempre sentito e condiviso, come ad esempio nel caso di tuo padre che voleva essere un giornalista e uno scrittore ed ha sempre avuto esperienze di questo tipo. Queste sono le cose che sono di sua competenza e quando torna sulla Terra continuerà quel tipo di lavoro.
Spesso si realizzano dei grandi desideri espressi nelle vite passate e che non sono mai stati raggiunti, come la grande ambizione di sua moglie che vorrebbe imparare a suonare il pianoforte.
E così vi è data l’opportunità di tornare in ambienti dove quei desideri e le esperienze delle vite precedenti possono essere migliorati e soddisfatti. Quando un individuo vuole tornare, sarà collocato in ambienti che gli permetteranno di incoraggiarne e sostenerne l’evoluzione.
A volte non sarà sempre ovvio, a volte sarà perché vien loro data la possibilità di spostarsi in ambienti apparentemente inadatti per dimostrare che possono farcela lo stesso, come succede a molti orfani che, partendo da zero, hanno formato grandi imprese, ottenendo molto successo finanziario, ma finalizzandolo a sviluppare l’arte, la musica o per sostenere ed aiutare altre persone. E’ un’opportunità che viene data allo Spirito per andare avanti a prescindere dalle circostanze in cui si viene a reincarnare.

Ma come si seleziona una particolare famiglia in un luogo particolare?
Ebbene, nel caso di qualcuno che vuole essere un artista, si selezionano le famiglie che stanno per avere figli sia, come lo chiamate in Terra, per errore o per scelta. Come ben sapete nulla avviene per sbaglio. Un bambino entra in una famiglia per aiutare quella famiglia, così come quella famiglia deve aiutarlo e ci sono famiglie che vengono selezionate perché possono contribuire ad incoraggiarlo.
Si crea una specie di anteprima di quelle vite future e di quello che la nuova vita sarà in grado di fare in quel determinato contesto familiare.

Se un bambino che si reincarna è destinato ad essere dato in adozione, può capire prima di lasciare il Cielo quel che gli accadrà ed ha la possibilità di selezionare sia i genitori da cui nascere, che i genitori adottivi?
La risposta è sì. Prima di venire sulla Terra la vita futura viene mostrata allo Spirito che fa la scelta di proseguire in forma umana e può vedere entrambi i genitori che avrà.

La reincarnazione può avvenire anche in diverse nazioni?
La risposta a questa domanda è sì: ci si può reincarnare con un’altra nazionalità.
In genere ci si reincarna nei luoghi dove si è trascorso gran parte delle vite precedenti, siano esse state vissute come Cristiani, Ebrei o Mussulmani, ma ciò non è sempre vero, perché progredendo nell’evoluzione inizierete a cercare il luogo dove siete giunti per la prima volta.

C’è qualche motivo per cui ci sono così tante razze diverse oggi sulla Terra?
E’ una lezione necessaria per imparare ad accettare, per essere compassionevoli e dare amore a tutti coloro che hanno filosofie esistenziali diverse. E voi sulla Terra, invece di creare unità mettendole insieme, avete scelto di tenerle ben separate. Avete scelto di stabilire quale è giusta e quale è sbagliata, a prescindere dal tipo di esperienza e da chi la sta vivendo. Così era stato stabilito, perché in molti potessero ritrovarsi insieme per creare gioia, compassione, perdono, ma tutto questo, come ben sapete, non si è ancora verificato.

Può uno Spirito che s’incarna scegliere il suo aspetto fisico?
No. Non sceglie il suo aspetto fisico, ma gli si fa vedere quali sembianze avrà sulla Terra.
Ha una visione della sua nuova vita, ma non sceglie le sue caratteristiche umane, sebbene s’incontri con i membri della famiglia con cui condividerà la sua esistenza terrena.

I nomi sono già scelti prima che l’anima si incarni?
A volte c’è un nome che l’anima vorrebbe avere e che è spesso collegato a quella vita nella terza dimensione, ma molte volte il nome non ha alcun legame di sorta. Spesso essi cercano d’influenzare la loro nuova famiglia, se sta per deciderlo, ma la scelta è generalmente effettuata solo nel vostro mondo.
Per noi i nomi non sono importanti.

Cosa succede se varie anime desiderano reincarnarsi in una stessa vita? Come si stabilisce quale?
E’ una domanda che avrebbe senso solo nel vostro mondo. In quello dello Spirito, tali eventi non avvengono mai.

 
Obiettivi della reincarnazione.
La prima e più importante lezione per ogni Spirito che viene sulla Terra è imparare i suoi insegnamenti spirituali e raggiungere la conoscenza di se stesso.
Potrebbe sembrare estremamente egoista, ma per poter andare avanti nei livelli di coscienza spirituale è molto importante conoscere se stessi, prima d’aiutare gli altri. Ci sono molte persone che stanno aiutando altre che non hanno idea della propria crescita spirituale. E’ più piacevole aiutare gli altri ma non s’imparano le proprie lezioni ignorando se stessi. E’ questa la lezione più importante: capire se stessi prima di aiutare gli altri a comprendere chi sono.

Fonte: www.ampupage.it

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Una replica a “Tutto quanto volevate sapere sulla reincarnazione”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close