MisteriSpiritualità

Le incredibili verità di Leo Zagami (intervista video)

di Mike Plato

Tempo fa Pablo Ayo mi segnalò i video con le rivelazioni di Leo Zagami, ma per svogliatezza e mancanza di tempo, non vi ho mai dato un’occhiata. Ieri, 22 agosto 2010, ho conosciuto proprio Leo alla conferenza di Pescara. Lavora per una tv su piattaforma SKY e si occupa di servizi sul mistero e sul cospirazionismo globale. Leo ha intervistato anche me sui suddetti temi, con un occhio di riguardo ai motivi per cui tanto i "buoni" quanto i "cattivi" tengono segreta la conoscenza.

Ho potuto constatare, parlando con lui, quale sia il suo grado di conoscenza sui fatti che riguardano le fratellenze iniziatiche. In questo video Leo spara a zero contro il sistema, e pur non nominando il nome "arconti" parla di loro a più riprese. Ascoltatelo, fa venire i brividi in taluni punti. Le nostre idee presentano molti punti di contatto. Ciò che rende diverso Leo da David Icke, ad esempio, è la sua ottima conoscenza delle cose iniziatiche. Icke non conosce il simbolismo, Zagami sì. Icke non è mai stato un affiliato della massoneria, Zagami sì. Quindi le cose le ha conosciute dall’interno, ed è una fonte decisamente più attendibile, da questo punto di vista. Non so altro di lui. Mi son fatto un po’ di giri in rete, e i pareri sono contrastanti. C’è chi lo dipinge come una scheggia impazzita, chi come un agente dello stesso cospirazionismo a causa del suo presunto sguardo poco affidabile, e chi come un millantatore che ha raccolto informazioni qui e li di seconda mano, e si è costruito un suo personale "modello cospirazionistico". vi invito solo ad ascoltarlo, affinché poi ognuno di voi si faccia la sua opinione. Può darsi che la sua sia una storia ben congegnata, oppure il contrario. Non giudico perché non conosco, ma molte delle cose che dice si allineano non solo alle teorie cospirazioniste più elevate, ma anche e soprattutto ad un modo molto "gnostico" di vedere le cose di questo mondo. Per alcuni è un nuovo "Leo Taxil" (hanno incredibilmente lo stesso nome), detto ovviamente in senso dispregiativo, ma ho sempre detto che Leo Taxil fu screditato dai poteri forti perché qualcosa di vero, sul palladismo, l’aveva detta. Ergo, non sarebbe assurdo pensare che Leo Zagami stia venendo screditato perché ha rivelato due o tre cosucce scomode.

Per chi non lo conoscesse la sua storia è questa:

Leo Zagami (nato nel 1970) è nipote del senatore Leopoldo Zagami, vecchio affiliato alla Massoneria di Piazza del Gesù. Leo tempo fa confermò in una intervista al Project Camelot, l’identità di un Politico norvegese che qualche anno fa aveva contattato Bill Ryan di Project Camelot, informandolo circa l’esistenza  di ampie basi sotterranee in Norvegia con tutti piani dettagliati per il 2012. Leo è un ex-illuminato, perseguitato dall’organizzazione per molto tempo dopo esserne uscito. La sua storia, è fatta di rituali, torture, controllo mentale.  In quanto italiano, ha fornito documenti e testimonianze importanti e direttamente collegate alla nostra realtà. In modo particolare, ha denunciato le implicazioni con l’ordine degli Illuminati.  Il suo sito è stato più volte attaccato, costringendolo anche a cambiare dominio, inoltre è stato costretto a trasferirsi in Norvegia.  Tuttavia, questo è stato inutile visto che a quanto sembra, il suo stesso movimento per la verità è stato infiltrato da agenti degli Illuminati che hanno cominciato ad attaccarlo come agente dei Gesuiti (che ha sempre, peraltro, attaccato)… suona del tutto illogico, ma è tutto strettamente conforme alla teoria del bispensiero orwelliano. Leo pare stato tradito da quella che credeva essere sua moglie ed è stato arrestato. I suoi beni sono stati sequestrati ed è stato incarcerato sino a quando grazie al suo legale è riuscito ad uscire di prigione. Attualmente è senza accesso alla rete ed è impegnato nella difesa contro le accuse che gli sono state mosse. Secondo un politico che si è definito suo alleato (dichiarazione che è sempre da prendere con le pinze, specialmente se viene da un politico) sua moglie ha sempre lavorato con il governo ed è pertanto portato a credere che fosse agente degli Illuminati. Contestualmente, il sito http://projectcamelot.org a cui aveva rilasciato delle interviste sul Planet X e la storia del Politico Norvegese, è stato attaccato è sono stati cancellati 76 files, parzialmente recuperati. Si definisce un "pentito" che fa rivelazioni.

Quella che segue è una lunga video-intervista (2h e 35 min circa – ndr) operata da Kerry Cassidy di Project Camelot  a Leo.

Fonte: mikeplato.myblog.it

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close