Arte e MusicaSpiritualità

Il Logos, l’Arcangelo Michele… e Michael Jackson

Michaeldi Ciro Scotto

Il LOGOS è solito esprimersi spesso anche attraverso le vite di personaggi famosi. Si serve di noi tutti e delle varie situazioni e fatti che accadono nel mondo per inviarci messaggi, e nel caso di Michael Jackson lo ha fatto in modo eclatante.

 

Chi raffigura, secondo voi (nella foto qui a destra), MICHAEL se non l'ARCANGELO MICHELE (MICHAEL)?

Da notare sul suo braccio destro la fascia bianca: colore che simboleggia la purezza e il bene. Inoltre sappiamo tutti cha la fascia è anche – per così dire – un noto  simbolo “militare”. E infatti l'Arcangelo MICHAEL, nell'Apocalisse di Giovanni 12,7-8 , è l'angelo che conduce gli angeli nella battaglia contro il drago, rappresentante il demonio, e lo sconfigge.

Anche nella vita di Michael Jackson notiamo questa "ossessione" per alcuni aspetti militari: da notare l'entrata che fa all’inizio del dvd di HIStory (“la sua storia”), dove si vede Michael sfilare in parata col suo immenso esercito (vedi video in basso), e anche stavolta Michael indossa una fascia bianca con sopra la scritta: 777. Numero molto esoterico. È il numero che rappresenta l'Albero della Vita nel suo complesso, come somma delle sue componenti.

Michael, in effetti, era “fissato” per il numero 7, un numero che ricorre molto spesso nella sua vita. Il nome MICHAEL JACKSON è formato da 7 + 7 lettere. Era il settimo figlio di nove fratelli. È morto il 25 giugno 2009, e fin qui possiamo forzare e intravedere un 7 nella somma teosofica delle cifre del numero 25 (2+5 = 7), ma la cosa davvero curiosa è il fatto che il suo funerale venga poi celebrato il 7 luglio, cioè il 7/7. Due 7 che insieme sembrano “firmare” in quella data proprio il suo nome “Michael Jackson” (7 + 7 lettere). Il 7 luglio fu anche il giorno in cui si ebbe il settimo plenilunio (o Luna piena) dell’anno 2009, fase della Luna durante la quale l'emisfero lunare illuminato dal Sole (simbolo del Logos) è interamente visibile dalla Terra.

Un’altra cosa da notare sul numero 777 è che visivamente assomiglia molto al Tetragramma biblico o Tetragràmmaton, cioè la sequenza delle quattro (τέτρα, tetra in greco) lettere (γράμματα, grammata in greco) ebraiche יהוה (yod, he, waw, he) che compongono il nome proprio di Dio nella Bibbia ebraica, cioè il famoso YHWH (JAHVE’).

 

YHWH

La musica di Michael è una musica che ci parla di Amore Universale, Fratellanza, Pace, Speranza. Michael amava i bambini, ma nel vero senso della parola AMARE, senza alcun significato morboso, egli diceva che “i bambini sono la faccia di Dio sulla Terra”. Il suo amore puro verso i bambini scaturiva anche dal suo animo bambino, perché per essere puri di Cuore bisogna divenire puri come i bambini, così come ci ha sempre insegnato il Maestro Gesù nel Vangelo.

“In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli.” [Matteo 18,3]

Michael accoglieva a “Neverland” (l’isola che non c’’è), il suo bellissimo ranch, tanti bambini, ma soprattutto bambini disagiati o con problemi di salute, per donare loro attimi di felicità, che egli stesso ritrovava nei loro sorrisi.

“E chi accoglie anche uno solo di questi bambini in nome mio, accoglie me.” [Matteo 18,5 ] Gesù però disse loro: «Lasciate che i bambini vengano a me, perché di questi è il regno dei cieli». [Matteo 19,14] «Chi accoglie uno di questi bambini nel mio nome, accoglie me; chi accoglie me, non accoglie me, ma colui che mi ha mandato». [Marco 9,37 ] “Gli presentavano dei bambini perché li accarezzasse, ma i discepoli li sgridavano. Gesù, al vedere questo, s'indignò e disse loro: «Lasciate che i bambini vengano a me e non glielo impedite, perché a chi è come loro appartiene il regno di Dio.” [Marco 10,13-14]

Singolare che in un mio sogno, varcai le soglie del Regno di Dio proprio entrando in un bellissimo Luna Park, che ne era per me il simbolo onirico.

Michael ci ha anche spesso parlato, in canzoni quali “They don’t really care about us” (vedi video più in basso), dei famosi Arconti della Tradizione cristiano-gnostica, e cioè di questi spregevoli esseri quadri-dimensionali o astrali, che ormai da eoni tengono imprigionati l’umanità nella illusoria Matrix-Maya, ossia in questa prigione senza sbarre che è il mondo.

Come disse il Maestro Gesù, noi tutti siamo nel mondo ma non siamo del mondo, e dobbiamo liberarci da esso, perché il principe di questo mondo è Satana.

“Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; poiché invece non siete del mondo, ma io vi ho scelti dal mondo, per questo il mondo vi odia”. [Giovanni 15,19]

Infine, voglio ricordare che una delle frasi più pronunciate da Michael nelle sue canzoni, sin dall’inizio della sua carriera, è “I’ll be there!”, cioè “Ci sarò!”. E questo è il messaggio che l’Arcangelo Michael invia a tutta l’umanità: Egli ci sarà, sarà con noi alla fine dei tempi e ci libererà col suo esercito da Satana, il principe di questo mondo!

E se ora guardate il video di “I’ll be there” (qui in basso), e leggete i sottotitoli della traduzione in italiano del testo che compaiono nel video, pensando a tutte le cose che vi ho detto, e al messaggio che l’Arcangelo Michael ci ha inviato tramite la vita di Michael Jackson, credetemi, vi verrà la pelle d’oca, vi emozionerete a leggere quelle parole: l’Arcangelo Michael è con noi, fratelli!

“Just call my name and I'll be there!” (“Chiama solo il mio nome, ed io ci sarò!”)

E allora chiamiamolo forte, tutti in coro, il suo nome! Chiamiamo tutti il nome dell’Arcangelo Michael, la trinità Metatron-Melchizedek-Michael!

MICHAEL, ancora tramite Michael Jackson, ci manda forse un ultimo messaggio proprio durante le prove dei concerti del “This is it”, titolo molto singolare che suona in italiano come: “Questo è!”, come quasi a dire: “Siamo alla fine!”. E ascoltate cosa dice Michael in questo breve spezzone alla fine del film:

Bellissimo messaggio, molto profondo, molto importante e pieno di significato escatologico. Grazie Michael.

Ma voglio sottolineare soprattutto un punto particolare del discorso, quando dice: “…abbiamo quattro anni per correggere i nostri errori, altrimenti i danni saranno irreversibili. Abbiamo un messaggio molto importante. Giusto? Molto importante”.

Ora, questo filmato è stato girato tra marzo e giugno 2009, e se facciamo un po’ i conti, contando tutto il 2009, il 2010, il 2011, e tutto il 2012, cioè quattro anni come dice Michael nel video, dove si arriva? Al famoso 21 dicembre 2012!

Singolare anche che, se guardate la schermata di anteprima del video di “This is it” che ho postato in questo articolo, noterete che manco a farlo apposta, essa ritrae proprio lo spezzone in cui Michael si riferisce a questi “quattro anni”, riferendosi molto probabilmente come già detto al 2012-2013. NIENTE È A CASO, FRATELLI MIEI!

MEDITATE FRATELLI, MEDITATE, SIATE VIGILI!

E lo stesso Michael Jackson, che molto probabilmente, era in contatto inconscio con l’Arcangelo Michele, in una famosa canzone sembra rivolgersi anche egli stesso a LUI. E la canzone a cui mi riferisco è la bellissima “We’ll you be there?” (“Ci sarai?”). Una vera e propria preghiera. Ascoltatela (video con traduzione italiana qui sotto). Soprattutto il finale: meraviglioso!

E, infine, voglio chiudere con un messaggio, sempre di Michael, che rivolgo a voi tutti ma anche a me stesso, tutti i giorni della mia vita. Un messaggio di rinnovamento, soprattutto spirituale, di trasmutazione, di morte dell’ego e di nascita del Sé, di una Coscienza d’Amore Universale… un messaggio che ritroviamo, per chi ha “orecchie per intendere”, nella bellissima canzone “Man in the mirror” (“L’uomo nello specchio”).

“If you wanna make the world a better place, take a look at yourself, and then make a change!” “Se vuoi rendere il mondo un posto migliore, guarda te stesso (conosci te stesso! – NdA), e fai un cambiamento!”

“Make that change!”

Fai questo cambiamento!”

L’Arcangelo Michele sta per arrivare con tutta la sua armata!

Amen

 

di Ciro Scotto

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

5 risposte a “Il Logos, l’Arcangelo Michele… e Michael Jackson”

  1. Caro Ciro, ho letto con un po’ di apprensione quanto da te postato. La tua disanima è molto dettagliata ma, forse,ti è sfuggito il particolare che le Tenebre (per essere credibili e fare vittime a loro uso e consumo) usano da sempre la medesima simbologia della Luce. Ti ripropongo quanto esaurientemente scrisse Mike Plato sul suo blog in merito a Michael Jackson perché io non saprei fare di meglio. Un saluto, Chiara
    Mike Plato scrisse:
    “QUEST’UOMO NON E’ CERTO UN ESEMPIO IN UN MONDO FOLLE COME IL NOSTRO. ERA LEGATO ESTRAMAMENTE AL CORPO E ALL’ASPETTO. HA FATTO FUORI QUEL CHE UN INIZIATO FAREBBE DENTRO. SI E’ MUTATO COMPLETAMENTE, MA ESTERNAMENTE. SI E’ RINNEGATO NELLA SUA DIMENSIONE FISICA E SOLO IN QUELLA. ODIAVA DI ESSERE NERO ED E’ DIVENTATO BIANCO, ODIAVA ESSERE MASCHIO ED E’ DIVENUTO FEMMINEO, ODIAVA DI CRESCERE ED E’ DIVENUTO INFANTILE. INSOMMA, SE APPLICHIAMO IL “TEOREMA JACKSON” DENTRO DI NOI, SE LO FACESSIMO SU NOI STESSI INTIMAMENTE CON LA STESSA VIRULENZA, SAREMMO GIA DEGLI ESSERI CRISTICI. LUI POTREBBE DIVENIRE UN MODELLO (ECCO PERCHE’ SI CHIAMA MICHAEL) SE TRAESSIMO INSEGNAMENTO INIZIATICO DALLA SUA PARABOLA DI VITA.

    BENINTESO, QUEST’ANIMA ERA LEGATA ALL’IMPERO. HA AVUTO TUTTO QUEL CHE UNA PULCE UMANA PUO’ DESIDERARE. E NON MI SI VENGA A DIRE CHE E’ UNA VITTIMA DELLO STAR SYSTEM, CHE SIA STATO STRITOLATO DALLA MACCHINA DELLO SPETTACOLO. NESSUNO LO HA OBBLIGATO.

    MA CREDETE SIA FACILE ARRIVARE A QUEI LIVELLI? SOLO SE “LE STELLE” SONO CON TE PUOI GIUNGERCI. RICORDATE CYPHER IN MATRIX QUANDO TRATTA CON L’AGENTE SMITH IL TRADIMENTO E LA CONSEGNA DI MORPHEUS? LUI DICE CHE E’ STANCO DI VIVERE COME UN FUGGIASCO, E CHE VUOLE TORNARE IN MATRIX E DIMENTICARE SE STESSO, CHE VUOLE ESSERE UN UOMO RICCO E FAMOSO, MAGARI UN ATTORE. E A CHI LE SI CHIEDONO QUESTE COSE SE NON A COLUI CHE DISSE: “I REGNI DEL MONDO SONO MIEI E LI DO A CHI VOGLIO”?

    POICHE’ PERO’ LA LUCE PIU FORTE E’ NASCOSTA NELLE TENEBRE PIU FITTE, DIREI, INTERPRETIAMO BENE IL PERSONAGGIO MICHAEL JACKSON, E CAPIREMO COSA DAVVERO DOBBIAMO FARE.
    MA NON COMPRENDETE QUALE SIA IL FINE PER CUI CERTE ANIME VENGONO QUI? STAR DEL CINEMA, CALCIATORI, SUPERSTARS DELLO SPORT, PRETI, POLITICI, SCIENZIATI…MA DA CHI PROMANANO QUESTE ANIME? CREDETE CHE SE JACKSON AVESSE AVUTO UNA SCINTILLA DIVINA AVREBBE FATTO LA VITA CHE HA FATTO, INFOGNATO IN MAMMONA DALLA TESTA AI PIEDI, VERGOGNOSAMENTE FOCALIZZATO SULLA SUA CONDIZIONE ESTERIORE, A TAL PUNTO DA SOTTOPORSI A CENTINAIA DI OPERAZIONI DI CHIRURGIA ESTETICA E QUANT’ALTRO? MA QUI SIAMO INNANZI ALL’EPIGONO DELL’ORRORE DELLA CIVILTA’ UMANA, ALLA CONSACRAZIONE DEFINITIVA DEL PRIMATO DELLA CARNE, AD UN NOVELLO E MODERNO MOSTRO DI FRANKESTEIN.
    E QUANTA GENTE DI COLORE NEL CORSO DI QUESTI ULTIMI SECOLI HA DOVUTO PATIRE IL RAZZISMO? E CREDETE CHE TUTTI FACESSERO COME JACKSON DA RINNEGARE SE STESSI DA QUEL PUNTO DI VISTA? QUANTI HANNO AFFRONTATO CON DIGNITA’ IL FATTO DI ESSERE NATI NERI, SOPPORTANDO VESSAZIONI RAZZIALI? E ALCUNI DI ESSI NON HANNO TENTATO DI CAMBIARE DENTRO E SUPERARE LA RAZZIALITA’? VEDI MALCOLM X O ALTRI?
    …. CI INTERESSA SAPERE CHE TUTTE QUESTE ANIME SONO INVIATE IN QUESTO TEATRINO CHIAMATO MONDO PER “INTRATTENERCI”, PER DISTRARCI, PER FARCI ADORARE IDOLI.
    I FIGLI DELLA LUCE SONO SOLITARI…CERCANO IL DISTACCO…QUESTO ISTINTO E’ DENTRO DI LORO DA SEMPRE…NON SALGONO SU UN PALCO PER FARSI OSANNARE DA DECINE DI MIGLIAIA DI PERSONE. I VAMPIRI FANNO QUESTO, PERCHE’ IN QUANTO PREDATORI, DEVONO STARE IN MEZZO AI GREGGI.”

  2. Ciao Mariachiara,

    sì è vero, per molti aspetti e per gran parte della sua vita, Michael davvero sembra essere manovrato da “coloro che stanno dietro le quinte”. Ma c’è da dire che, forse un po’ troppo tardi, ma sicuramente pian piano, avanzando nel proprio percorso di vita, si è reso conto della situazione in cui era finito, ormai però troppo debole per uscirne completamente…
    Nel momento in cui stava iniziando davvero a risvegliarsi, quello stesso potere che lo avevo fatto conoscere al mondo intero, lo ha attaccato e distrutto pian piano… fino ad ammazzarlo.

    Non entro nel merito della scintilla divina o non, di cui parla Mike; scintilla che, secondo me, abbiamo tutti, ma è una questione di “tempi” diversi per ogni essere: magari coloro che oggi “possiedono” la cosiddetta scintilla, tante vite fa manco la “possedevano”, alla stessa stregua di molte anime che abitano attualmente questo pianeta. Quindi su questo aspetto sono un po’ meno gnostico e mi rifaccio più alla mistica e all’esoterismo ebraico (apprezzai molto il tuo articolo sui vari livelli dell’anima: nephesh, ruach, neshamah). Penso che prima o poi, chi “ADESSO”, o chi un “DOMANI”, saremo pian piano, a nostro tempo, ognuno di noi gli eletti. L’idea della scintilla divina la vedo in anti-tesi con l’idea di morte dell’ego: chi si fregia di avere la scintilla divina o soltanto lo pensa, di sicuro non sta facendo un buon percorso. Quindi, preferisco proprio non pensarci a questa cosa!

    Ritornando a Michael quindi… c’è anche la sua parte buona, molto buona, che parecchia umanità ha riconosciuto, e al di là delle accuse che gli sono state fatte in vita, nonostante tutto, penso che l’umanità tutta possiede un Cuore Globale che è in grado di percepire le cose come realmente stanno. Quando Michael è morto, sul pianeta c’è stata un’onda emotiva (che è energia) molto significativa. Milioni di persone che, in ricordo di lui, si sono incontrate, hanno festeggiato, ballato e cantato, ma non per divertirsi, ma con sentimenti d’amore… si sentiva proprio nell’aria: era amore! E questo pensa abbia potuto soltanto far bene al livello energetico-coscienziale dell’umanità, in quel determinato periodo.

    Al di là di tutte queste cose comunque…
    A me piace pensare che il LOGOS è sempre più scaltro di tutti gli arconti messi insieme, e che Egli sa come servirsi anche degli stessi, magari “a loro insaputa”, servendosi quindi anche di personaggi supposti facenti parte della loro schiera.
    Il LOGOS è INTELLIGENZA: e avrebbe potuto usare stavolta anche la vita di Michael (forse uno senza “scintilla”… ), per comunicare ai suoi eletti nel mondo (coloro che hanno la scintilla – tanto per dirla in modo gnostico). Chissà!

    Quindi, al di là di tanti ragionamenti… io mi faccio guidare dal Cuore, la gnosis vera e propria è dentro il mio Cuore… se sbaglio, almeno avrò sbagliato col Cuore: che è il Centro Cristico per eccellenza!

    Ciao Mariachiara,
    un abbraccio! ;-)

  3. Purtroppo l’ignoranza quando si parla di quest’uomo di pace ancora impera, e i media hanno operato con grande successo. Si sentono ancora baggianate da tabloids per intenderci.
    1 Michael Jackson era affetto da una forma molto aggressiva di Vitiligine, accompagnata ed aggravata da un’altra patologia autoimmune: Il Luups discoide. Non è diventato bianco per scelta quindi, prova della sua malattia sono i risultati dell’autopsia.

    2 Michael Jackson si è sottoposto solo a qualche intervento di rinoplastica per modificare il naso appunto. Non sono innumerevoli come i media ci hanno imposto di credere, infatti potrei postare tante foto degli anni 80, 87-88 circa, quando gli interventi erano già avvenuti, e foto più recenti tipo dell’anno 2007, per dimostrare che il naso è esattamente lo stesso.

    Dovrei stare qui ore per raccontare tutto quello che di abominevole è accaduto, e non per caso, a quest’uomo; accuse di pedofilia, persecuzioni, minacce di morte, pressioni da poteri sionisti, violenze e abusi di potere da parte delle forse dell’ordine, campagne denigratorie e diffamatorie da parte della stampa in mano all’elite occulta, falsificazione di documenti legali di sua proprietà, come è accaduto col suo ultimo testamento, boicottaggio da parte di $ony music, pressioni e ricatti per via del lucroso e succulento catalogo musicale contenente anche tutti i brani dei Beatles, omissione di soccorso, avvelenamento da farmaci, etc etc.
    Non ho tempo a sufficienza per continuare. La sua è una storia molto difficile e piena di dolorosi episodi. E la grandezza di quest’uomo sta nel suo essersi mantenuto sempre un vettore di messaggi positivi, essenziali quali Amore incondizionato, unità, fratellanza, pace, affermazione dell’individuo, empatia, etc.
    Anche per questo il suo cammino è stato un incubo, perchè chi si ribella a certi poteri viene prima distrutto poi eliminato.

    Solo l’uomo piccolo si preoccupa di questioni apparenti, e si lascia sfuggire l’universo che è dietro l’involucro. Smettetela di giudicare quello che non conoscete, per cortesia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close