Spiritualità

DOVE SI TROVA IL GRAAL?

Sappiamo che il Graal è principalmente un concetto spirituale o interiore, ovvero si tratta del Femminino Sacro che si esprime nell’anima umana redenta, purificata dal proprio ego astrale, ritornata vergine o pura.

Ma sappiamo anche che “come in alto così in basso”, e perciò il Graal ha sicuramente dei “corrispettivi” anche nel mondo fisico. 

Nel corpo umano, ad esempio, il Graal si esprime tramite il cuore (per chi lavora con le energie sessuali, invece, tramite l’organo sessuale femminile).
Mentre sappiamo tutti che, nel mondo esteriore materiale, tradizionalmente il Graal è la Coppa Sacra dalla quale bevve Gesù di Nazareth durante l’Ultima Cena (Eucaristia) e nella quale poi Giuseppe d’Arimatea raccolse il sacro sangue ai piedi della croce sul Golgotha.

E chi quindi, come il sottoscritto, crede anche nella storicità di Gesù, si sarà sicuramente chiesto se tale coppa esista ancora, e in caso affermativo dove possa attualmente trovarsi o essere nascosta?
Per rispondere a tal quesito, vi racconterò allora di una potentissima sincronicità che mi accadde tempo fa.

Ricordo che mi trovavo a casa, e in quel momento stavo proprio argomentando sui Templari e il Graal con una parente in camera mia…

Ad un certo punto, a conclusione della nostra discussione, questa persona mi fece la domanda delle domande: “Ciro, ma allora secondo te… dove si trova il Graal, la Coppa di Cristo?” 
Beh, bella domanda, davvero difficile!

Stavo comunque cercando di dare una risposta plausibile: “Beh, alcuni dicono la Scozia, altri il Portogallo, altri ancora l’Italia…”
Quando d’improvviso, in quel preciso momento, mia mamma entrò nella stanza (facendoci quasi sobbalzare) e, con in mano una rivista di viaggi, senza naturalmente lei sapere nulla di cosa intanto stavamo discutendo noi in stanza (eravamo con la porta chiusa e parlavamo con toni pacati), disse: “Ciro, la Scozia!… Guarda che bella: la Scozia! Ci vogliamo andare?”

Si riferiva alla Scozia che compariva sulla copertina della rivista di viaggi che aveva in mano! 
Ci voleva andare, perché lei è sempre stata innamorata (inspiegabilmente) della Scozia. 

Ecco dunque la risposta che cercavamo!
Giunta così, dal Cielo, tramite mia mamma. E poiché le mamme qui in terra sono tutte simbolo della Madre, e il Graal a sua volta è simbolo della Madre… Beh, la sincronicità fu davvero potente, precisa e significativa!

Il messaggio fu la risposta precisa ad una domanda apparentemente slegata, fu dato al momento giusto, esatto, e – ripeto – fu portato da mia madre, simbolo terreno della Madre, di cui il Graal ne è a sua volta simbolo.

Inoltre la Scozia è davvero uno dei luoghi in cui molti studiosi pensano si trovi il Graal, perché molti Templari partendo dalla Francia si rifugiarono lì, per cui anche il luogo fornito dalla sincronicità è assai pertinente alla domanda che ci eravamo appena posti in camera. 

Ora, ditemi, quante probabilità esistevano che proprio mia “madre” entrasse in stanza “al momento giusto”, che mi dicesse una “risposta appropriata” (ovvero “un luogo”, “un paese”) alla domanda che ci eravamo appena posti noi altri in camera, e – ancor di più – che in quella risposta ci fosse proprio un luogo tra quelli più “papabili” secondo gli studiosi del Graal?

E così, amiche e amici, credo proprio che il Graal, la Coppa Sacra di Gesù, si trovi in terra di Scozia, in “ScotLand”!

Ciro Scotto


NOTA:
Forse un indizio, infatti, mi è stato posto anche nel mio cognome: Scotto. 
Scozia in inglese è “Scotland” (Terra degli Scoti, ovvero dei Celti).

Da Wikipedia infatti leggiamo:
“Scotland deriva da Scoti, il nome latino per i celti di Scozia. Il termine tardo-latino Scotia (terra dei Gaels) fu inizialmente utilizzato per riferirsi all’Irlanda. Dall’XI secolo almeno, il termine Scotia fu utilizzato per riferirsi al territorio della Scozia dove si parlava il gaelico a nord del fiume Forth, insieme con Albania o Albany, entrambi termini derivati dal gaelico Alba. L’utilizzo delle parole Scots e Scotland per indicare tutta l’attuale Scozia cominciò solo nel Basso Medioevo”.

Niente è mai a caso per uno che, come me, si trova sulla ricerca del Graal!


 

Articoli correlati

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Visualizza anche

Close
Back to top button
Close